SEEd Homepage
Dalle nostre riviste

CMI

Editoriale Diabete e Ramadan: necessità di un intervento culturalmente orientato
Natalia Visalli (1), Simone Casucci (2), Laura Cipolloni (3), et al.

La multietnia è una realtà in continua crescita. Le culture d’origine rivestono molta importanza nel condizionare le condotte, le richieste di cura e la disponibilità a determinate terapie. In Italia, il 33% dei cittadini non comunitari è di fede islamica, numero raddoppiato negli ultimi 10 anni.

Le differenze religiose/culturali hanno un ruolo importante nella gestione del diabete; il digiuno per i musulmani durante il Ramadan rappresenta un caso emblematico, vero e proprio banco di prova in termini terapeutici e alimentari per gli operatori sanitari.

 

(1) UOC Diabetologia e Dietologia – Ospedale S. Spirito – Roma
(2) Dipartimento Medicina Interna e Scienze endocrine e metaboliche – Università Perugia
(3)
Sovrano Ordine Militare Cavalieri di Malta, CAD Palmiro Togliatti – Roma

 

Leggi l'articolo: http://bit.ly/1rKrt66

free pdf


Catalogo completo

Catalogo completo

Ricerca
catalogo

Codice promozione
Inserisci qui il codice


campagna Abbonamenti

Torino, 16-17 settembre 2014
Aggiornamenti in tema di invalidità, disabilità ed handicap


Aiutaci a migliorare la formazione ECM. Rispondi al questionario sui fabbisogni formativi


Hai un codice promozione? Scopri come usarlo


Seguici su

Follow us on Twitter Follow us on Facebook SEEd Linkedin

Ultimi commenti ai libri
commento
METABOLIC SYNDROME
Nasir, South Beach Preventive Cardiology Center, Miami Khurram
29/06/2012 10:54:03
commento
IL PAZIENTE CON DIABETE ED EPATOPATIA CRONICA
Marina Bianchi
06/06/2012 15:10:50

Newsletter
ADVANCED RESEARCH
SEEd srl - P.IVA: 08077480013 - Piazza Carlo Emanuele II, 19 - 10123 Torino (Italia)
SEEd srl declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio delle informazioni pubblicate sul sito www.edizioniseed.it.
Tali informazioni non devono essere utilizzate o interpretate come ausilio diagnostico e/o terapeutico e non devono essere intese come sostitutive del consulto del medico.

Ultimo aggiornamento del sito: 20/07/2014